Buio

Ci sono pasti che s’interrompono, così. Una parola che non dovevi dire, un bicchiere lanciato in faccia all’improvviso, l’imbarazzo dei tavoli accanto. E tu, al centro di una scena che avresti volentieri evitato di interpretare, crudele contrappasso della tua smania di protagonismo. Appoggi, lento, il tovagliolo sul tavolo e ti alzi. La prima boccata di sigaretta è un orgasmo violento, poi solo passi, uno dopo l’altro. E, infine, buio.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...