Fameeehhh!

Un disabile grave rifiuta il cibo.

***

Cinquanta persone con disabilità gravi e gravissime, di cui circa la metà attaccate a un tubo per respirare e a un altro per nutrirsi, hanno iniziato il 21 ottobre lo sciopero della fame per protestare contro l’assenza di un “piano organico per la non autosufficienza”.

http://www.corriere.it/salute/disabilita/12_ottobre_22/disabili-sciopero-fame_0d0fad70-1c25-11e2-b6da-b1ba2a76be41.shtml

***

In sciopero della fame cinquanta disabili gravi. Che prima di iniziare erano medi.

Il gesto estremo è stato promosso dal “Comitato 16 novembre”. L’obiettivo è arrivarci.

“Il ministero aveva promesso un piano d’intervento, e sono già passati sei mesi”. È quello il piano.

I disabili si sono riuniti in un sit-in. Per mancanza di alternative.

“Condanniamo l’immobilismo del governo” ha dichiarato un familiare con scarso senso dell’umorismo.

“Per i casi più gravi serve un piano blindato”. E una ferrovia.

L’incitamento più forte arriva dagli stessi malati. “Togli quel cazzo di piede dal sondino!”

“Io scrivo con gli occhi grazie un computer dotato di puntatore oculare, mi nutro tramite un tubo inserito nello stomaco e respiro grazie a un altro tubo inserito in trachea, alimentato da ventilatore” ha dichiarato il segretario del Comitato bullandosi con uno stato vegetativo permanente.

“Ok, allora è deciso: da oggi sciopero della fame”

“Stacco il tubo?”

“Vai”

“Ghhh ghhh coff coff coff ghhh!”

“Occristo, ho sbagliato tubo”

“Riattaccalo subito, non lo vedi che soffoca?”

“Ok, riattaccato”

“Sei proprio un coglione”

“Scusami, è che con tutti questi tubi è un gran casino”

“Com’è che il tubo è diventato marrone? Che cazzo hai fatto? Non lo vedi che quella è merda?”

“Occristo, hai ragione”

“Gli hai infilato in bocca il tubo per cagare”

“Porca troia, lo stacco subito”

“Diocane, tieni fermo quel cazzo di tubo, mi stai inondando di merda”

“Mi spiace, non è colpa mia se ha deciso di cagare proprio ora”

“Cazzo, c’è merda dappertutto”

“Forse è meglio se andiamo a farci una doccia”

“E lui?”

“Lui viene con noi, non lo possiamo mica lasciare in mezzo alla piazza conciato in questo modo, con tutti quei tubi per aria sembra una centralina dell’Enel colpita da uno tsunami di merda”

“E lo sciopero?”

“Lo sciopero aspetterà: venti o ventuno ottobre, non cambia un cazzo”

“Aspetta: sta scrivendo qualcosa sul monitor, ma non leggo bene, è coperto dagli schizzi”

“Tieni, pulisci con questo fazzoletto”

“Ecco, ora si legge”

“ANDATVENE AFFANCULO VOI E IL VSTRO SCIOPERO DL CAZZO”

 

(Feat. Fed)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...